Stagione 2020: La nostra recensione.

Frechete…  n’ha passat de gend eh!!!!

Scusate la scelta terminologica prettamente locale, ma mi appresto a raccontare come si è svolta la stagione 2020 appena conclusa all’eremo di Santo Spirito a Majella, e l’espressione spontanea pronunciata dal mio collega nella stanza accanto mentre inserisce nel pc le valutazioni lasciate dagli utenti durante l’estate, mi è sembrata la più esplicativa. In effetti sono giorni ormai che inserisce quei dati.

Eppure la partenza non prometteva così bene. Eh si! Perchè quest’anno non bastavano quei piccoli ostacoli, contrattempi, difficoltà… (insomma chiamateli come vi pare tanto ci stanno bene tutti), che ogni anno ci portiamo dietro… NO! Ci voleva anche una pandemia a rendere più instabile la situazione.

All’apertura, segnata da un leggero ritardo, il sentimento generale era di grande incertezza. Spinti da una buona dose di preoccupazione e con in tasca più domande che risposte, abbiamo lavorato duramente nelle settimane precedenti per garantire la fruizione in sicurezza della struttura. I plexiglass erano stati montati, le bande per il distanziamento interpersonale fissate a terra, i gel igienizzanti posizionati, il percorso a senso unico creato. Abbiamo quindi riaperto i cancelli di Santo Spirito pronti ad accogliere tutto ciò che doveva arrivare.

E in effetti è arrivato proprio di tutto!

Il timore di viaggiare all’estero, i posti limitati in spiaggia e il bisogno di stare all’aria aperta dopo il periodo di lockdown, hanno portato a un boom di turisti verso la montagna, generalmente trascurata dalle masse. Gruppi di persone, piu o meno grandi, più o meno ordinati, più o meno provvisti di mascherina, sono passati a trovarci e non sempre il confronto con loro è stato semplice.

Eppure nonostante le non poche difficoltà affrontate e le incertezze dovute in particolare al bizzarro periodo che tutti stiamo vivendo, oggi, a stagione conclusa, siamo qui, sempre all’eremo di Santo Spirito, sotto un cielo autunnale, circondati da una distesa di alberi rossi e gialli, a ringraziare ognuno di voi.

E non solo per quello sguardo di compiacimento che abbiamo visto sui vostri volti a fine visita, per i complimenti che spesso sono arrivati in riferimento alla nostra gestione e ai miglioramenti della struttura rispetto agli anni scorsi; per le molte recensioni positive sui servizi guidati, per i ringraziamenti che avete fatto voi a noi che con passione cerchiamo di custodire al meglio questo luogo. Il nostro grazie va anche a chi si è confrontato con noi, dandoci suggerimenti, muovendo critiche, perchè da queste tanti nuovi ragionamenti, discussioni e aspetti della nostra gestione sono stati gettati sul tavolo pronti ad essere presi in mano in vista dell’anno prossimo. L’augurio per la stagione 2021 e allora quello di rivederci, tornare a percorrere insieme a voi l’eremo, rivelarvi gli ambienti oggetto di un restauro che sta interessando in questo periodo la struttura o semplicemente scambiare due parole con voi mentre prendete un caffè… e speriamo, questa volta, di poterlo fare stando un pochino più vicini…

Please follow and like us:

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.